Michael Jackson

Da MJJ Wiki - L\'Enciclopedia italiana di Michael Jackson.

L’uomo dei records, la musica in persona, il dominatore assoluto degli anni ottanta e dei primi anni novanta, il signore incontrastato delle vendite, ma al tempo stesso di un grande cuore per i più bisognosi, milionario un po’ fuori dal mondo, questo è Michael Joseph Jackson, Il “Re del Pop”.

Motown e gli esordi

BiografiaJ5.jpg
Settimo di nove figli di una famiglia molto povera, nasce a Gary, Indiana negli USA il 29 Agosto 1958. Si interessa alla musica fin da piccolo insieme ai suoi fratelli, perchè suo padre, l'acciaiere Joseph Jackson, suona in una band R&B e sua madre Katherine canta molto spesso. I ragazzi, in loro assenza provano con gli strumenti del padre, ma un giorno costui torna prima e accortosi del talento dei suoi figli, decide di rinunciare al lavoro e alla band per farli sfondare. Ciò avviene in pochissimo tempo e i Jackson Five: (Jermaine, Tito, Marlon, Jackie e Michael, che guida il gruppo), band R&B, fanno numerose esibizioni, vincendo una grande quantità di premi e guadagnandosi ben presto un ingaggio con la Steeltown, con la quale incidono il loro primo brano, Big Boy, ma dopo altre performance, è la Motown ad accaparrarsi i cinque di Gary approfittando della scadenza del contratto con l’altra casa discografica. In breve tempo i Jackson Five registrano tredici album, tutti di discreto successo, riuscendo persino a ostacolare i Beatles, con hits che li resero leggende, come I Want You Back, ABC e Dancing Machine (nel quale Michael inventa il celebre ballo del robot). Contemporaneamente a ciò, la casa discografica decide di attuare una fase sperimentale facendo incidere a Mike quattro album solista di genere soul (Got to be There, Ben, Music & Me e Forever, Michael), che complessivamente vendono circa dodici milioni di copie (dati aggiornati al 1995).


Il contratto con la Epic e i Jacksons

biografiaOTW.jpg

Ormai è chiaro che Mike avrà un futuro rispetto agli altri membri del gruppo, ciò nonostante, il padre padrone, lo costringe a continuare nella band, che lascia la Motown accusandola di essere interessata troppo a Diana Ross. Vengono messi sottocontratto dalla Sony/Epic, tranne Jermaine (sostituito da Randy), che sposatosi con la figlia di Berry Gordy (padrone della Motown) è costretto a rimanervi, intraprendendo una carriera solista. I Jackson Five cambiano nome in The Jacksons, per non avere problemi con la vecchia casa discografica, che detiene ancora i loro diritti. Il nuovo gruppo fa un successo strepitoso incidendo hits come Blame It On The Boogie, Can You Feel It e Shake Your Body (Down To The Ground) e otto album (di cui sei con Michael). Nel 1978, Jackson interpreta lo spaventapasseri in The Wiz (Il Mago Di Oz), un indimenticabile film per tutti gli appassionati di musical, al quale partecipano Diana Ross e altri nomi popolari, tra i quali il leggendario produttore discografico, Quincy Jones, che sarà determinante per i primi tre album di Mike con contratto Sony/Epic.

La carriera solista: Off The Wall

Nel 1979, Michael Jackson decide di abbandonare il gruppo e di intraprendere la carriera solista a tutti gli effetti, dandosi al pop e incidendo Off the Wall (suo primo album con la Sony/Epic), che vende circa venti milioni di copie in tutto il mondo (dati aggiornati al 2004) e lo consacra come il primo artista di colore ad essere entrato in una chart di bianchi, rompendo così le barriere raziali. L’album eclissa la fama dei suoi fratelli, anche grazie a hits come Don’t Stop ‘Til You Get Enough, Rock With You e She’s Out of My Life.

Thriller e il successo planetario

biografiaThriller.jpg

Le porte del successo si aprono e Jackson inizia il suo dominio assoluto nella scena musicale, sbalordendo tutti tre anni dopo con Thriller, che di lì a poco diventa l’album più venduto della storia, vendendo 104 milioni di copie in tutto il mondo (dati aggiornati al 2006). Le hits Billie Jean, Beat It e Thriller lo resero una semi-leggenda; inventa nuovi stili, come i pantaloni ripiegati sopra le caviglie, le calze bianche e i mocassini, moda seguita ben presto dai teenagers. Con Billie Jean è il primo artista di colore ad avere un suo video trasmesso su MTV e rivoluziona il modo di fare videoclips con la canzone che da il nome al CD, entrando nella storia come il primo video ad avere una trama ed essere il più costoso e il più lungo, che dura quattordici minuti e al giorno d’oggi è un cult. Nel 1983, dopo il robot, rivoluziona ancora il mondo del ballo con nuovi passi di Break Dance (verranno sempre perfezionati e inventati di nuovi in occasione di ogni nuovo album) e il suo Moonwalk, il celebre passo all’indietro che lo renderà famoso in tutto il mondo, presentandolo all’evento Motown 25th: Yesterday, Today and Forever. Dopo quello show Michael è ormai il VIP più famoso del mondo e ciò nonostane, decide di fare un ultimo tour con i Jacksons. La Motown vedendo lo status attuale dell’artista, ne approfitta per far uscire un album di sue registrazioni perse (Farewell My Summer Love), che non riscuote successo, dato che riesce a mala pena a raggiungere il milione. Nel 1985, Mike acquista un ranch di 3300 acri, facendovi costruire oltre alla sua casa, uno zoo, un Luna Park, un cinema e molto altro ancora, nel quale ospita una volta al mese centinaia di bambini, che lo hanno rinominato Neverland Valley Ranch e poco dopo la sua apertura, Jackson si autodefinisce “Peter Pan”. Nello stesso anno, insieme a Lionel Richie, scrive We Are the World e entrambi la cantano insieme a Stevie Wonder, Ray Charles, Tina Turner e altri artisti famosi dell’epoca. L’iniziativa si chiama USA for Africa e come recita il titolo, il ricavato del singolo cantato da artisti statunitensi, viene devoluto in beneficenza per i paesi Africani. Decide anche di acquistare la ATV Publishing, che possiede materiale di Elvis Presley, Little Richard e altre leggende della musica. In seguito a questi avvenimenti, gira nel 1986 il film Captain Eo (diretto da Francis Ford Coppola e George Lucas), che riscuoterà un notevole successo, tanto da essere trasmesso per dodici anni di fila nei parchi Disney.

Bad: controversie e stranezze?

biografiaBad.jpg

A metà dello stesso anno si può notare facilmente che la pelle di Mike non è più quella di una volta, inizia a schiarirsi, a causa della vitiligine, una malattia che attacca la pelle levandole il colore e per proteggerla dai raggi del sole, è costretto a usare creme bianche e non nere, che attirerebbero raggi solari e ustionerebbero la sua pelle. I tabloid lo bersagliano e vogliono scoop, iniziano a girare voci che lo vedono dormire in una camera iperbarica piena di ossigeno e altri gas per lo schiarimento della pelle, oppure si pensa alla chirurgia plastica e nonostante alcuni medici indichino che sia scientificamente impossibile schiarirsi con operazioni (il metodo sarà poi inventato nei primi anni ‘90), i tabloid continuano imperterriti e segnalano comportamenti stravaganti, come mettersi mascherine chirurgiche in pubblico, oppure il naso rifatto e la fossetta al mento, ma soprattutto l’acquisto delle ossa di Elephant Man. Ormai per la stampa è Wacko Jacko (Jackson lo strambo), nomignolo presto detestato dal cantante. Queste prime controversie avranno ripercussioni anche nella sua carriera. Infatti, nel 1987, esce l’attesissimo Bad, che non riuscì a eguagliare Thriller, nonostante venga pubblicizzato da Moonwalker (film autocelebrativo) e da ben nove singoli estratti, il più famoso Smooth Criminal, nel quale inventa delle scarpe che danno l’illusione di infrangere la gravità e grazie ad esse, nel 1993, riceve il brevetto degli inventori venendo affiancato a nomi come Thomas Edison e Isaac Newton. L’album raggiunge facilmente la vetta vendendo circa trenta milioni di copie in tutto il mondo (dati aggiornati al 2004) e fa rimanere Mike al dominio assoluto. A fine anno inizia finalmente il suo primo tour solista, il Bad World Tour, che lo fa entrare nella storia come il tour ad aver venduto più biglietti e come il primo artista che balla e canta contemporaneamente in un live. Ormai la sua popolarità è ineguagliabile e nel 1989, ai BRE Awards riceve il Triple Crown Award come Re del pop, del rock e del soul da Liz Taylor e Eddie Murphy. Tale riconoscimento lo affianca a miti come Elvis Presley e i Beatles e lo fa entrare nell’olimpo delle leggende.

Dangerous e le prime accuse

biografiaDangerous.jpg

MJ (così inizia a farsi chiamare a inizio anni ‘90), non si adagia sugli allori e dopo aver scritto la sua autobiografia (Moonwalk), si mette subito al lavoro per il suo nuovo album (Dangerous), che all’uscita (1991) supera nettamente quello precedente. Diviene infatti il miglior album della storia del pop e vende circa 31 milioni di copie in tutto il mondo (dati aggiornati al 2004). Il singolo che anticipa l’album è Black or White, che balza subito in vetta alle classifiche, con un video straordinario, che diventa il più costoso della storia battendo Thriller. La parte finale viene però censurata a causa di scene violente. L’album è sorretto dal Dangerous World Tour, pieno di effetti scenici spettacolari, i quali ricavati vanno quasi tutti in beneficenza, soprattutto per la Heal the World Foundation, aperta da Michael nello stesso anno. Purtroppo ogni dominio ha una sua fine e nel 1992, MTV inizia a trasmettere sempre più i Nirvana, che in breve tempo fanno tornare la musica rock al comando facendo sembrare il pop, musica di altri tempi. Infatti, molti artisti di codesto genere si prendono una pausa fino al 1995 (anno in cui il pop tornò in testa), perché non riescono più a vendere come un tempo. Nel 1993, iniziano i periodi neri per MJ, arrivano le prime accuse di pedofilia da Jordan Chandler, che si dichiara “amico” di Mike, che per far tacere tutto decide di pagare una somma ai genitori. Per molti è un ammissione di colpevolezza e la sua credibilità inizia a cadere.

HIStory: matrimonio e rinascita

biografiaHistory.jpg

L’anno seguente si sposa con Lisa Marie Presley (figlia di Elvis), con la quale si separa dopo un anno per risposarsi con Debbie Rowe, dalla quale ebbe due figli, il primo Prince Michael Jackson I (nel Febbraio 1997), la seconda Paris Katherine Jackson (nel 1998), entrambi oggetto di gossip. Nel 1998, la coppia si separa. Nel 1995, Il Re del Pop torna con HIStory: Past, Present and Future – Book I, cofanetto contentente un libretto con la storia e i riconoscimenti di Jackson e due CD: nel primo una raccolta, intitolata 'HIStory Begins' (uscita in edizione separata nel 2001 col nome di Greatest Hits: HIStory, Vol.1) e nel secondo un album di inediti intitolato 'HIStory Continues', contenente brani come They Don’t Care About Us e Scream, quest’ultima cantata con sua sorella Janet ed entra ancora una volta nella storia come il video più costoso battendo Black or White. Il boxset viene pubblicizzato da video che ritraggono statue enormi di MJ sparse in tutto il mondo e dai singoli estratti, che rendono HIStory: Past, Present and Future – Book I il doppio album più venduto della storia con circa diciotto milioni di copie vendute (dati aggiornati al 2002). L’HIStory World Tour, batte il Bad World Tour come tourneé ad aver venduto più biglietti, probabilmente grazie al lancio di Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix nel 1997, che contiene ben cinque inediti e otto canzoni di 'HIStory Continues' remixate, diventando l’album remix più venduto della storia con sette milioni di copie vendute in tutto il mondo (dati aggiornati al 2004) e Ghosts, per il quale viene registrata una versione a film e una per i videoclip musicali di durata di ben 45 minuti. Ancora una volta Michael batte se stesso, entrando nella storia con il video più lungo.

Dopo l’HIStory World Tour, cantato in buona parte in playback, Mike si prende un periodo di pausa e torna nel 1999 per il Michael Jackson & Friends, di due date, una a Seoul e una a Monaco, nelle quali vi partecipano artisti di grandissimo calibro come il nostro connazionale Andrea Bocelli.

Invincible e il boicottaggio Sony

biografiaInvincible.jpg

Nel 2001, viene indotto nella Rock And Roll Hall Of Fame per la seconda volta (la prima fu nel 1994, insieme ai suoi fratelli) e poco dopo vengono organizzati due concerti al Madison Square Garden in onore dei suoi 30 anni di carriera, ancora una volta è record, infatti divengono i concerti pop più costosi della storia (diecimila dollari) e nell’evento ci sono tributi da parte di Whitney Houston, *NSYNC, Britney Spears e molti altri. Il momento culmine è la reunion dei The Jacksons, che a distanza di ben diciassette anni, tornano a cantare insieme tutti sullo stesso palco. Le due serate vengono trasmesse dalla CBS, che riscuote 25.000.000 telespettatori e batte tutti i precedenti record di ascolto. Dopo questi show, New York è sconvolta dall’attacco alle Torri Gemelle (11 Settembre 2001) e Michael decide di ripetere ciò che avvenne sedici anni prima con We Are The World. Raduna quaranta superstars, tra le quali Carlos Santana, Backstreet Boys, Shakira, Mariah Carey e Celine Dion per registrare What More Can I Give (incidono anche una versione in Spagnolo, chiamata Todo Para Ti, che vede la partecipazione della nostra connazionale,Laura Pausini). Purtroppo le hits, non vengono rilasciate a causa di boicottaggi della Sony, infatti si scopre che il produttore esecutivo, Marc Schaffel, fa parte del mondo della pornografia e Michael decide di licenziarlo, ma il riscatto definitivo avviene il 25 Ottobre 2001, quando Mike e i suoi migliori amici si riuniscono a Washington per un concerto benefico durante il quale viene presentata ufficialmente la canzone All-Star per le vittime delle Torri Gemelle. Dopo opere beneficiarie, esce finalmente Invincible, anticipato dal singolo You Rock My World, che vede nel video la partecipazione straordinaria di Marlon Brando. L’album non viene pubblicizzato dalla Sony e Mike accusa Tommy Mottola, allora Presidente della Sony USA, di razzismo verso gli artisti di colore e dopo numerose controversie, Mottola si licenzia. Malgrado non sia stato pubblicizzato, Invincible vende circa dieci milioni di copie in tutto il mondo (dati aggiornati al 2002) e sempre nello stesso anno, Il Re del Pop è colpito ancora da scandali, in particolare quello di aver fatto penzolare il suo terzo figlio (Blanket), del quale non si conosce la madre, dal balcone di un albergo di Berlino per mostrarlo ai fans.

Il processo e l'assoluzione

biografiaProcesso.jpg

I guai sembrano non finire e difatti, nel 2003, Mike si confessa nel documentario diretto da Martin Bashir trasmesso su ITV, Living With Michael Jackson (in Italia arriva su Italia1 verso Marzo in seconda serata), nel quale ammette di aver dormito con bambini (senza aver fatto sesso) e di non aver fatto ricorso alla chirurgia plastica, dicendo che è stato un intervento divino. I discografici inglesi lo considerano un suicidio, la sua credibilità è in crisi, piovono critiche e la Sony/Epic lo vorrebbe fuori dal suo catalogo, ma con qualche ripensamento, infatti la vicenda incrementa le vendite dei suoi album. Il Re del pop intraprende una causa legale contro il regista del video, incolpandolo di aver preso spezzoni di interviste per farne un montaggio che lo farebbe apparire come un pazzo. Tempo dopo esce Michael Jackson Unmasked, che tende a screditare la Superstar del pop, per non parlare dei guai finanziari della Heal The Kids Foundation, fondata dallo stesso Jackson nel 2001 e infine accuse da parte di ex–collaboratori. Stanco di tutto ciò, Michael decide di girare il documentario Michael Jackson, Take Two: The Interview They Wouldn’t Show You, trasmesso sulla CBS il 20 Febbraio, che mostrerebbe la malafede di Bashir. Purtroppo il documentario non arriverà mai in Italia. Nel Novembre del 2003, Il Re del pop torna in studio per lavorare al suo nuovo singolo, One More Chance, che la Sony/Epic vorrebbe includere in un’ennesima raccolta, purtroppo il video sarà solo un collage di immagini, perché Michael Jackson viene arrestato durante le riprese con accuse di pedofilia da parte di un quattordicenne. Si dà inizio a uno di quei casi che difficilmente si possono dimenticare. Il 16 Gennaio 2004, inizia il Processo del Secolo, seguitissimo da tutto il mondo, con fans e non che attendono impazienti l’esito finale, che pur di sapere tutto nei minimi dettagli rimangono addirittura fuori dall’aula del tribunale con i canali satellitari, che riepilogano ogni giorno ciò che accade inscenando una specie di reality show. I media che entrano non possono portare apparecchi con loro e a individuarli c’è un’apposita macchina elettronica. Con il passare del tempo inizia a emergere la verità, le accuse malcostruite e del tutto infondate sono solo a scopo lucrativo e per far cadere nell’oblio una superstar, forse troppo scomoda e al tempo stesso ingenua. L’accusa non ha prove per incolpare Jackson, ma ha testimoni che infine risultano favorevoli alla difesa. Vengono anche presi in riesame il caso Chandler del ‘93 e il caso Francia del ’90, ma come si sospettava, è solo per fare soldi. La conferma arriva anche grazie a microspie attaccate agli accusatori, che dimostrerebbero di aver accusato Il Re del pop solo per denaro, infatti il 13 Giugno 2005, Michael Jackson viene dichiarato innocente da tutti e dieci i capi di accusa, riguardo comportamenti lascivi nei confronti dei minori, alla somministrazione di bevande alcoliche ai minori e congiura a fini di rapimento.

L'inizio di una nuova Era

biografiaVogue.png

A processo concluso, Michael si trasferisce in Bahrein con i suoi figli per prendersi un periodo di riposo dopo tante oppressioni. Nell’Agosto del 2006 si trasferisce in Irlanda con una notizia straordinaria, che aspettavano ormai tutti. Il suo ritorno alla musica con la lavorazione al suo nuovo album, che sarà sotto etichetta della Michael Jackson Records (casa discografica aperta da lui, dopo la rottura con la Sony/Epic, del quale rimane sempre, per metà, il padrone del catalogo ATV). Secondo comunicazioni indette dal cantante, a co-produrlo è Will.I.Am dei Black Eyed Peas, decisione che fa storcere il naso ad alcuni fan, ma che fa ben sperare vedendo il calibro del co-produttore. Durante la lavorazione al nuovo album, MJ riceve importantissimi riconoscimenti, tra i quali quelli ai World Music Awards, come:

  • Intrattenitore di maggior successo di tutti i tempi, per aver guadagnato 125 milioni di dollari solo nel 1989, esclusivamente dalla vendita di singoli ed album;
  • Primo intrattenitore ad aver venduto ufficialmente più di 100 milioni di album al di fuori degli Stati Uniti;
  • Album più venduto di tutti i tempi (“Thriller”, del 1982), 104 milioni di copie;
  • Primo artista al mondo ad entrare direttamente al primo posto delle classifiche singoli Americane (“You Are Not Alone”, del 1995);
  • Artista più giovane arrivato al Top delle classifiche Americane (all’età di undici anni);
  • Miglior video musicale di tutti i tempi (“Thriller”, del 1983);
  • Record di permanenza in vetta alle classifiche Americane (37 settimane di seguito).

Dopo le numerose premiazioni, torna negli USA, dove lo attende una spiacevole sorpresa, muore il suo mito, James Brown, la sua ispirazione e uno dei suoi migliori amici. La morte del "Padrino del Soul" da comunque a Michael la forza di andare avanti e lavorare ancora più sul nuovo album, che secondo fonti, dovrebbe uscire a fine 2007.
A settembre del 2007 posa per Bruce Weber in un servizio fotografico esclusivo per la rivista italiana "L'uomo Vogue", in occasione del 25esimo anniversario dell'uscita dell'album Thriller, che rimane ancora l'album più venduto della storia della musica.
A questo punto è solo questione di tempo, prima di tornare a vedere Il Re del Pop ricavalcare quel palco con i suoi straordinari passi di break-dance e la sua voce divina, che lo hanno reso famoso in tutto il mondo come il più grande intrattenitore di tutti i tempi.