Thriller

Da MJJ Wiki - L\'Enciclopedia italiana di Michael Jackson.
occhio.gifNota disambigua - Se stai cercando il singolo, vedi Thriller (song).
Thriller
(1982)


Thrillercover.jpg


Interprete: Michael Jackson
Produttore: Quincy Jones
Data di uscita: 1 Dicembre 1982
Etichetta: Epic/CBS
Durata: 42 min: 19 sec
Numero di dischi: 1
Numero di tracce: 9
Periodo di registrazione: N.A.
Note::

È stato rimasterizzato nel 2001 con l'aggiunta di quattro bonus tracks e interviste on il nome di "Thriller - Special Edition"


Premi
Numero dischi d'oro
ottenuti in Italia
:
N.A.
Numero dischi di platino
ottenuti in Italia
:
N.A.
Numero dischi d'oro
ottenuti in USA
:
N.A.
Numero dischi di platino
ottenuti in USA
:
27

Thriller viene pubblicato dalla Epic Records il 1 Dicembre 1982. L'album è considerato il migliore della carriera solista di Jackson e quello che ha contribuito alla sua popolarità in tutto al mondo.

Secondo il libro del Guinness dei Primati, Thriller è l'album più venduto di tutti i tempi, con 104 milioni di copie vendute. Negli USA, Thriller  è il secondo album più venduto di tutti i tempi, con 27-28 milioni di copie vendute,subito dietro a Their Greatest Hits (1971-1975) degli Eagles che attualmente il più venduto negli USA. Fu l'unico a rimanere nella Top 10 della Billboard 200 per un anno intero (successivamente ci riuscirono Falling Into You  di Celine Dion e Jagged Little Pill  di Alanis Morissette), rimanendo per 80 settimane nella Top 10.

Registrazione, mix e mastering

Dopo sessioni di registrazione durante anni, viene mixato e completato tra Aprile e Novembre del 1982, Thriller  è il secondo album solista di Michael Jackson ad essere prodotto da Quincy Jones, dopo il precedente Off the Wall, uscito nel 1979. Delle nove tracce complessive incluse nel disco alla fine delle registrazioni, quattro sono state scritte da Jackson.

Il primo singolo, "The Girl is Mine" (un duetto con l'ex Beatle Paul McCartney) ebbe molto successo, nonostante le critiche negative, visto che in realtà la canzone l'aveva composta solo Mike. Il secondo singolo, "Billie Jean", consacrò il successo dell'album. Nonostante le ambiguità del testo, che tratta di un figlio illegittimo, "Billie Jean" catapultò Jackson e Thriller in cima alle classifiche, sopratutto dopo l'esibizione di Michael ("Billie Jean") al Motown 25: Yesterday, Today, Forever show: Mike impose il suo stile di ballo come unico, facendo conoscere alle masse il "Moonwalk" e da lì in poi si aprirono le porte del successo. Nel terzo singolo, il pezzo rock, "Beat It," troviamo un interessante collaborazione con il chitarrista Eddie Van Halen.

Tracklist

Album originale

  1. Wanna Be Startin' Somethin' (Jackson)
  2. Baby Be Mine (Rod Temperton)
  3. The Girl Is Mine (con Paul McCartney) (Jackson)
  4. Thriller (Rod Temperton)
  5. Beat It (con Eddie Van Halen) (Jackson)
  6. Billie Jean (Jackson)
  7. Human Nature (John Bettis/Steve Porcaro)
  8. P.Y.T. (Pretty Young Thing) (James Ingram/Quincy Jones)
  9. The Lady In My Life (Rod Temperton)

Tracce extra, aggiunte nella Special Edition del 2001

Music_album_record_thriller.jpg
  1. Someone in the Dark (rilasciata precedentemente nell'"E.T. Songbook")
  2. Billie Jean (1981 Home Demo)
  3. Thriller (con l'aggiunta della voce di Vincent Price)
  4. Carousel (traccia sostituita nella versione originale da "Human Nature")

Singoli estratti

Da questo disco sono stati estratti ben sette singoli tra cui un duetto con il beatle Paul McCartney e la track-disc Thriller  a distanza di due anni dall'uscita dell'omonimo album.

Anno Titolo Album d'origine US UK GE FR IT AU DK BG SZ NW
1982 "The Girl Is Mine" (con Paul McCartney) Thriller 2 8 53 4 12 2
1983 "Billie Jean" Thriller 1 1 2 4 1 1 2 1 1 6
1983 "Beat It" Thriller 1 3 2 1 16 2 1 1 2 8
1983 "Wanna Be Startin' Somethin'" Thriller 5 8 16 25 1 3
1983 "Human Nature" Thriller 7 64 64 14 12
1983 "P.Y.T. (Pretty Young Thing)" Thriller 10 11 51 40 13 6
1983 "Thriller" Thriller 4 10 21 1 4 3 1

Inediti

Leggenda metropolitana?

micha-lp-b.jpg

Il numero di telefono di Michael Jackson si nasconde nel Codice del Prodotto Universale (UPC) usato per la copertina dell’album Thriller. Questa storia inizia agli inizi del 1984, quando Mike stava diventando popolarissimo, cavalcando la cresta del successo con “Thriller” l’album oggi più venduto della storia. Secondo la leggenda i primi sette numeri del codice UPC dell’album sarebbero il numero telefonico privato di Jackson.
I creduloni provarono a chiamare usando il loro codice di zona locale, il codice di zona per Encino, California (dove Jackson ha vissuto), o il codice di zona gratuito '800 'inserendo il prefisso della propria residenza. Quelli che come prefisso hanno optato per il codice di zona '800 ' hanno ottenuto il numero di telefono di una donna di nome Barbara Brown Youngstown, Ohio, che ha cominciato a ricevere dozzine di telefonate dopo che Michael Jackson vinse 8 Grammy Awards a Febbraio.
Quasi tutti negli U.S.A. che avevano lo stesso numero di telefono delle sette-cifra ha ricevuto chiamate che chiedevano di Michael Jackson.
Un parrucchiere "Bellevue Hair" di Bellevue, Washington, dichiara di aver ricevuto circa 50 telefonate al giorno nel massimo della diffusione della leggenda metropolitana. Solo pochi anni prima, la canzone di Tommy Tutone “Jenny (867-5309)” ha indirizzato molte persone a fare quel numero creando la stessa leggenda.
Esattamente come la voce abbia cominciato a girare è un mistero, il fascino del grande pubblico per l'individuazione dei significati nascosti nelle copertine degli album e nelle marcature di UPC è forse l’unica risposta. Alcune voci dichiarano che la notizia sia stata diffusa dall’emittente televisiva MTV, ma il responsabile delle pubbliche relazioni di MTV ha dichiato che la rete non ha mai trasmesso un’informazione simile. Anche se le origini specifiche di questa voce sono sconosciute, la scelta di mistero e riservatezza sull’argomento da parte di Michael Jackson è certamente facile da capire.


Un primato titanico

2006: Il Guinness consacra il record

mjyr3_xzuDhcGx8e8E.jpg

Il 14 Novembre, a Londra, Michael Jackson ha ricevuto il certificato ufficiale del guinnes dei primati che attesta Thriller come album più venduto al mondo con 104 milioni di copie.

Sebbene non sia chiaro quali siano le fonti del "Guinness World Record" rimane una cifra impressionante.

Gli sono stati consegnati in tutto 8 certificati di record:


  • Thriller è album più venduto di tutti i tempi con oltre 104 milioni di copie
  • Artista più giovane ad entrare nelle vette delle classifiche americane, a 11 anni, con i the Jackson Five
  • Primo cantante ad entrare direttamente alla numero uno dei singoli USA (con You Are Not Alone)
  • Primo cantante ad aver guadagnato oltre 100 milioni di dollari in un solo anno e artista più pagato al mondo (nel 1989 la forbes stima un incasso di 125 milioni di dollari)
  • Primo artista ad aver venduto più di 100 milioni di copie di dischi al di fuori degli USA
  • Maggior numero di settimane al top della classifica USA (con Thriller)


Thriller negli anni ha vinto moltissimi dischi di platino e altre certificazioni, ma bisogna ricordarsi che il numero di copie vendute non veniva mai aggiornato.

Nel 1992 Thriller aveva venduto 47 milioni di copie. Oggi, dopo il successo di Dangerous, le accuse, il matrimonio con Lisa Marie Presley, il successo di HIStory Past, Present and Future - Book I, il secondo matrimonio, il MJ & Friends, l'album Invincible, le seconde accuse.... di fatti rilevanti nella vita di Michael Jackson ne sono successi. Il proverbio dice: che se ne parli male o se ne parli bene, purché se ne parli...
Non a caso durante il processo, Mike ha venduto tanto;i prezzi di eBay (tra l'altro) erano più alti di ora!
Non bisogna poi dimenticare le varie edizioni di Thriller: expanded, color oro, cofanetti, stile vinile, e tante altre edizioni.
I numeri delle vendite di molti dischi di Jackson non vengono aggiornati: Bad, per esempio, secondo la RIAA è fermo a 8 milioni di copie vendute (mentre sappiamo che ne ha vendute almeno 29 milioni certificati).
Thriller, anni fa, secondo la RIAA era "solo" a 27 milioni di dischi venduti, visto che non volevano aggiungere circa 3 milioni "extra" di dischi venduti tramite il negozio di musica online Amazon. Probabile siano le copie prodotte che non corrispondano a quelle vendute in realtà, più i download accertati.
Ognuno ha il suo metro. Quello più giusto, probabilmente è valutare quante copie hanno sfornato le fabbriche della Sony (ovvero i dischi prodotti e non quelli venduti).

La cifra annunciata dal Guinness dei Primati (104 milioni di copie vendute) è comunque una fonte attendibile perché quel "4" finale dovrebbe essere indice di precisione e quindi di veridicità.
Dal 1992 al 2006 sono 50 milioni in 14 anni.
La maggior parte di questi dischi sono stati venduti dal 1992 al 1999 (inizio dell'era internet, del download illegale e contemporaneamente ad altri 3 album di nuovi inediti di Mike); ci sono poi le expanded che non hanno venduto copie indifferenti (si aggirano intorno i 5 milioni di copie vendute le expanded di Thriller).

In questi ultimi anni l'economia mondiale è cambiata, in India e sopratutto in Cina che ha un PIL al 10% annuale fin dal '99 e si è aperta al commercio mondiale (con l'adesione al WTO) e quotazione di società straniere nelle borse di Hong Kong, Shangai e Shenzen, quindi un maggiore flusso di denaro (il surplus della bilancia commerciale è impressionante) e quindi più potere d'acquisto (da ricordare che in Cina vivono 1,3 miliardi di persone di cui trecentomila fanno testo nell'economia cinese,quindi pari ad USA e Europa come popolazione attiva nell'economia).
Per certo ulteriori vendite possono venire dalla Cina, negli ultimi anni, per non parlare poi dell'India con i suoi ottocentomila abitanti.
L'economia mondiale è cambiata, ci sono paesi emergenti che fanno faville (con l'America latina e l'Est europeo, grazie al petrolio che ha raggiunto la quota record di 80 dollari al barile). Sicuramente non possiamo dire che 104 milioni di copie vendute per Thriller siano esagerati: Michael Jackson non è un cantante come tutti gli altri. perché chi è fan (e ci sono molti neofiti, specialmente nell'ultimo periodo) non scaricano illegalmente da internet, ma comprano direttamente in negozio un album che viene venduto a "NICE PRICE" ovvero a meno di 10 euro.
Tutto è possibile.
Se esiste una tesi per sostenere 104 milioni di copie sono assurde deve esistere una tesi per sostenere il contrario. Solo di una cosa siamo certi: Thriller ha venduto tanto...60, 70, 80, 100 milioni di copie vendute che siano, è e rimane un record irraggiungibile!

guiness.jpg

Confronto "Generazionale" di due Album: Thriller (1982) VS Invincible (2001)

Proviamo a fare un confronto tra il successo avuto da Thriller e ciò che è accaduto 20 anni dopo con l'uscita di Invincible

  1. Ai tempi di Thriller Michael Jackson era visto dalla gente (fan e non fan) come un ragazzo normalissimo, dotato di un talento straordinario. Era il ragazzo che ogni mamma avrebbe voluto al fianco della figlia. Non faceva nulla di strampalato, nulla di criticabile, si poteva parlare solo bene di lui. Bello, ricco, bravo e timorato di Dio. Ai tempi di Invincible la maggior parte delle persone lo considerava (e lo considera tutt'ora) un pazzo megalomane "plastificato"... o peggio! Già questo totale cambiamento di immagine, la nuova percezione, purtroppo negativa, da parte della gente dell'uomo Michael Jackson, avrebbe da sola impedito a Invincible di eguagliare le vendite di Thriller perché, si sa, l'immagine è tutto (o quasi).
  2. Invincible è un ottimo disco, ma nemmeno lontanamente paragonabile a Thriller, un disco che ha cambiato il mondo della discografia grazie alla propria originalità. Invincible non ha portato nulla di nuovo al mondo delle sette note (anzi, è piuttosto "standardizzato" in questo senso) e, di conseguenza, non avrebbe mai potuto godere della fama del suo lontano predecessore né tra i critici musicali, né tra i fruitori di musica neutrali (i non fan che comprano un disco solo perché è bello e innovativo, come è accaduto con Thriller).
  3. I VIDEO; non importa quanto avrebbero potuto essere superlativi i video tratti da Invincible; quelli tratti da Thriller sono stati i primi veri "short film musicali" e, di conseguenza, grazie all'effetto novità, hanno avuto un impatto sulla cultura irripetibile. Non importa se in Ghosts (per fare un esempio) ci sono più effetti speciali che in Thriller, verrà comunque considerato una brutta copia di Thriller.
  4. IL MERCATO DISCOGRAFICO: nel 1982-83-84 (il periodo di dominio assoluto di Thriller) non esistevano i masterizzatori di cd, non esisteva internet (emule, torrent e il p2p); la musica la compravi, non la scaricavi. Non per niente l'intero fatturato dell'industria discografica è crollato negli ultimi dieci anni in maniera vertiginosa. Nessun album, per quanto bello possa essere e per quanto abilmente promosso, riuscirà mai più a vendere 104 milioni di copie.
  5. IL FATTORE NOVITÀ': con Thriller, Mike è esploso a livello mondiale; è stato il suo boom e, contemporaneamente, il suo picco più alto di popolarità; cose del genere (ovvero realizzare il disco più venduto di tutti i tempi o diventare l'artista più popolare del mondo) accadono solo a pochi artisti nella storia e, a quei pochissimi artisti, capitano UNA volta. Dopo l'effetto novità scompare e, matematicamente, calano anche le vendite; crescono invece le antipatie, i confronti con il lavoro del passato, le critiche della stampa, le aspettative deluse di fan e addetti al settore. E' matematico.
  6. L'ASPETTO: sembra incredibile al giorno d'oggi, ma ai tempi di Thriller, Mike era anche bello! Piaceva per la sua musica, per la sua voce, per i suoi passi di danza, ma anche perché era figo! Attirava le ragazzine perché oltre che un grande artista era anche bello. Oggi giorno, a parte le fan(atiche), sfido qualsiasi donna a trovarlo sexy ed attraente. Un'altra piccola percentuale di dischi venduti che se ne è andata.
  7. L'ETA': ai tempi di Thriller Mike era un ragazzo di ventiquattro anni. Gli acquirenti di musica pop tendono ad acquistare prodotti di performer in cui si possono identificare, quindi performer giovani; non per niente il massimo picco commerciale degli artisti pop viene raggiunto generalmente tra i venti e i trent'anni. Dopo parte del fascino che esercitano sui teenagers (massimi fruitori di musica pop) se ne va, man mano che l'età anagrafica cresce. Il Mike di Invincible aveva già superato i 40 anni di età, improbabile quindi che riuscisse a conquistare i ragazzini in massa come il giovanotto irriconoscibile di Thriller.
  8. Per finire, Thriller è stata veramente una ventata di novità per la black music; non che fosse l'unico prodotto veramente valido sul mercato, ma sicuramente è stato il più innovativo, e quello con il potenziale commerciale più alto; ha aperto la strada a centinaia di artisti di colore. Ora quelle strade sono già aperte (e pure troppo!) La scelta è troppo vasta, la musica più "livellata" e "standardizzata" (anche Invincible non si staglia più di tanto da altre produzioni pop/r'n'b dell'epoca, nonostante la splendida voce di Mike).


Tutti questi motivi insieme rendono impossibile ad un disco come Invincible (ma anche a un disco mille volte più bello!) il raggiungimento delle cifre di Thriller.

I tempi sono cambiati.

Un successo mondiale

thriller.jpg

Quello che ha reso grande Thriller è la totale assenza di riempitivi. Certo, le canzoni che citi sono i veri capolavori dell'album, ma anche gli altri brani sono eccellenti. E per creare il "disco più veduto della storia" non bastano affatto 3/4 pezzi eccellenti (come Invincible). Ricordiamoci che Thriller va calato nel contesto musicale dei primi anni ottanta; oggi sono passati oltre vent'anni...se lo si ascolta adesso senza tenerne conto, si potrebbe non aver ben chiari i suoi elevati standard negli arrangiamenti, nella produzione di Quincy Jones, nell'esecuzione degli strumentisti.

  • "Baby Be Mine" è forse la canzone meno valida dell'album, ma professionisti della musica come Rodney Jerkins e Pharrel Williams la considerano un capolavoro.

Insomma, è un pezzo che è piaciuto parecchio.

  • "The Girl is Mine" è un grande brano, che unisce due grandi della musica in modo tutt'altro che banale; e quindi tutto è tranne che anonima; è su questo duetto che Mike ha costruito tutti gli altri duetti della sua carriera, primo fra tutti "Just Good Friends" con Stevie Wonder (praticamente affronta lo stesso argomento a livello di "testo")
  • "Human Nature" è una delle più belle ballad della storia della musica pop, ed è interpretata da Mike in modo magistrale; è indispensabile all'album quanto "Beat it" e "Billie Jean", nell'economia globale del disco. Non per niente è stata riletta in chiave jazz da un certo Miles Davis.
  • "P.Y.T." è piacevolissima, un funky ritmatissimo con brevi incursioni rock; un Mike grintoso e sensuale come vorresti sentirlo oggi giorno.
  • "The Lady In My Life" è forse la canzone di "Thriller" in cui Michael da sfogo totale alle sue doti di interprete. Una soul ballad eccellente, che conclude in modo perfetto il disco, e ti fa venir voglia di rimetterlo subito sul piatto (o nel lettore cd).

Non sottovalutiamo i brani "meno noti" di Thriller che, ricordiamolo, sono entrati nella TOP TEN USA ("Wanna Be Startin' Somethin'", "The Girl is Mine", "Human Nature" e "P.Y.T.") senza l'ausilio di alcun video!

E' stato davvero Michael a far vendere Thriller?

"Thriller" è stato un grande successo di critica e di pubblico grazie a Mike, ma non solo.
Mike ha il merito di avere interpretato tutti i brani in modo magistrale ed originale, così come di averli resi noti grazie alle sue doti di intrattenitore e ballerino.
Non solo, è anche autore (musica e testo) di quattro tra i migliori brani contenuti nell'album (nove brani in tutto); basti pensare a pezzi geniali come "Beat it" e "Billie Jean", che ha anche co-prodotto e co-arrangiato insieme a Quincy Jones, che è responsabile del risultato di "Thriller" quanto se non più di Mike; infatti, è stato lui a selezionare i brani inclusi nell'album, a produrli e a scegliere autori, arrangiatori e strumentisti.
In definitiva, Mike ha tantissimo merito nella realizzazione di "Thriller", ma senza Quincy Jones quell'album non sarebbe mai uscito. Lo disse Mike stesso nel 2001: "Quincy Jones IS THRILLER". E se lo dice lui...

Fatta eccezione per i brani di "Thriller", scritti personalmente DA Michael Jackson, Mike non ha fatto proprio null'altro che INTERPRETARE i brani suddetti. Non ha partecipato agli arrangiamenti, nè vocali nè musicali; non ha partecipato alla produzione; niente di niente. Solo ed esclusivamente INTERPRETE (grande interprete, intendiamoci!). Fatta eccezione, ripeto, per i quattro brani da lui scritti e composti, che ha anche prodotto e arrangiato insieme a Quincy Jones e al suo staff.
Leggere i credits per credere.

Curiosità

  • Il nome originale del singolo "Thriller" era "Give Me Starlight", mentre l'album doveva chiamarsi "Starlight".
  • Il nome originale di "Billie Jean" era "Not My Lover", perché Quincy Jones temeva che la gente potesse scambiare "Billie Jean" con "Billie Jean King".
  • Jackson scrisse originariamente "P.Y.T. (Pretty Young Thing)" con il suo tastierista Greg Phillinganes. La demo di questa versione è disponibile all'interno del boxset Michael Jackson: The Ultimate Collection. Tempo dopo Quincy Jones riscrisse la canzone e James Ingram aggiunse quella vena funk-rock,al posto dei campionamenti R&B originari.
  • "Wanna Be Startin' Somethin" fu scritta da Jackson per l'album Off the Wall ma poi registrata per Thriller.
  • Nel videogame Michael Jackson's Moonwalker troviamo versioni al sintetizzatore delle tracce di Thriller.
  • L'album detiene il record per il maggior tempo alla posizione #1 nella classifica Billboard's Pop Albums (Billboard 200), è rimasto infatti alla #1 per 37 settimane non consecutive. Il record di settimane consecutive per Jackson è 17, conseguito ben due volte.
  • Thriller è l'album con il numero più alto di singoli entrato nella top ten, ben sette su nove tracce totali. Bruce Springsteen con Born in the U.S.A. e Janet Jackson con Rhythm Nation 1814 hanno eguagliato questo record, ma comunque, per primo lo raggiunse Thriller.
  • Thriller è alla posizione #20 dei 500 migliori album di tutti i tempi, nella classifica del magazine "Rolling Stone". In 1990 si è classificato alla #7 dei 100 migliori album degli anni Ottanta.
  • Il 15 Novembre 2006, Thriller è stato dichiarato l'album più venduto nella storia della discografia, con ben 104 milioni di copie vendute. Jackson è l'unico ad avere un altro album in top ten,Bad alla #9.
  • Vincent Price è citato come "narratore" nei crediti della canzone.
  • Il cantante dei Queen (e buon amico di Jackson), Freddie Mercury, registrò alcune canzoni con Mike durante le registrazioni di Thriller, ovvero State of Shock, There Must Be More To Life Than This e Victory. Nessuna di queste è stata mai rilasciata ufficialmente, ma il manager dei Queen Jim Beech ha intenzione di pubblicarle in un prossimo futuro.


Links

Guarda il video di Thriller
Guarda l'esibizione live di Thriller (Bad World Tour - Yokohama 1987)
Guarda le prove di Thriller (per il Dangerous World Tour - Neverland 1991)
Guarda l'esibizione live di Thriller (HIStory World Tour - Auckland 1996)